Home Home

Valutazione ambientale strategica

Direttiva CE n.2001/42/CE del 27/06/01

Che cosa è?

Strumento che consente la valutazione, sul piano ambientale, delle ricadute prodotte da Piani o Programmi al fine di garantire che tali conseguenze siano affrontate e superate in modo adeguato fin dalle prime fasi del processo decisionale.

Finalità

Verificare la coerenza delle scelte di pianificazione con gli obiettivi di sostenibilità ambientale

Contenuti

  1. Valutazione di coerenza degli obiettivi ambientali
  2. Valutazione dello stato ambientale di fatto
  3. Valutazione ambientale preventiva del piano
  4. Controlli ambientali
  5. Valutazioni successive (in itinere, ex-post)

 

Ambito di applicazione (Piani e Programmi soggetti a VAS)

P/P elaborati per i settori agricolo, forestale, della pesca, energetico, industriale, dei trasporti, della gestione dei rifiuti e delle acque, delle telecomunicazioni, turistico che definiscono il quadro di riferimento per l’autorizzazione dei progetti presenti negli Allegati I e II della Direttiva 85/37/CEE;

  • P/P elaborati per la pianificazione territoriale o della destinazione dei suoli:
  1. Piano Territoriale Regionale
  2. Piani Territoriali Regionali d’Area
  3. Piani Territoriali di Coordinamento Provinciali
  4. Documento di Piano (Piano di Governo del Territorio)
  • P/P la cui attuazione implica effetti su ZPS – Zone di Protezione Speciale (Direttiva 79/409/CEE) e SIC – Siti di Importanza Comunitaria (Direttiva Habitat).

Quadro Normativo di Riferimento

  • D. Lgs 3 aprile 2006 n° 152: “Norme in materia ambientale” – PARTE SECONDA: Procedure per la valutazione ambientale strategica (VAS), per la valutazione d’impatto ambientale (VIA) e per l’autorizzazione ambientale integrata (IPPC).
  • L.R. 11 marzo 2005, n° 12: Legge per il governo del territorio – Art. 4 (Valutazione Ambientale dei Piani).
  • DCR VIII/351, 13 marzo 2007 recante “Indirizzi per la valutazione ambientale dei piani e programmi (art. 4, comma 1, L.R. 11 marzo 2005, n° 12)” che al punto 5 individua e precisa le fasi metodologiche procedurali per la valutazione ambientale di piani e programmi e al punto 6 specifica il percorso di partecipazione integrato nel Piano.
  • Dgr 27 dicembre 2007 – n. 86420 Determinazione della procedura per la Valutazione Ambientale di Piani e Programmi - VAS


Soggetti coinvolti nel procedimento di VAS

  • Soggetti competenti in materia ambientale: strutture con specifiche competenze in materia ambientale e salute e che possono essere interessate dagli effetti dovuti all’applicazione del Piano sull’ambiente (ARPA, ASL, Provincia di Brescia, Regione Lombardia, ..).
  • Enti territorialmente interessati: Enti territorialmente limitrofi o interessati a vario titolo dai potenziali effetti derivanti dalle scelte di Piano (Comuni limitrofi, Comunità Montana Parco Alto Garda, ..).
  • Pubblico: singoli cittadini e associazioni di categoria e di settore.

 

Fase 1: Orientamento ed Impostazione

Integrazione della dimensione ambientale nei PGT

  • Definizione dello schema operativo per la VAS;
  • Mappatura delle parti interessate e definizione delle modalità di coinvolgimento e consultazione;
  • Definizione dell’ambito di influenza, delle portata delle informazioni da includere nel rapporto Ambientale;
  • Stesura del Quadro Conoscitivo del Territorio (prima parte del Rapporto Ambientale): definisce lo stato di fatto dell’ambiente al fine di individuare eventuali criticità ambientali ed elementi sensibili con i quali il Piano dovrà necessariamente confrontarsi.

1^ Incontro conoscitivo nell'ambito della stesura della VAS del PGT dei 9 comuni (30/07/2008 ore 20.00 presso la sala conferenze Comunità Montana di Nozza di Vestone) aperto ad amministrazioni, cittadinanza ed associazioni: vengono illustrati i criteri e le modalità di redazione del PGT dei 9 comuni e il procedimento di VAS che la accompagna.

1^ Conferenza di Valutazione (18/09/2008): sono convocati gli enti territorialmente interessati, soggetti competenti in materia ambientale e cittadinanza. Viene esposto e discusso il quadro metodologico della VAS, gli orientamenti principali del piano e gli elementi essenziali (criticità ambientali e elementi sensibili) emersi durante lo studio del quadro conoscitivo del territorio.

Fase 2: Elaborazione e Redazione

Analisi di coerenza esterna degli obiettivi generali del PGT;

  • Determinazione definitiva degli obiettivi generali e specifici del Piano: prima definizione degli ambiti di trasformazione;
  • Costruzione delle alternative;
  • Analisi della sostenibilita’ delle alternative;
  • Analisi di coerenza interna tra obiettivi e azioni di Piano;
  • Definizione degli indicatori
    1. Monitoraggio del processo
    2. Monitoraggio del contesto
    3. Monitoraggio degli effetti del Piano
    4. Progettazione del sistema di retroazioni
  • Elaborazione del Rapporto Ambientale e del Documento di Sintesi Non Tecnica.

2^ Conferenza di Valutazione (14/10/2008)

In seguito a:


  • Pubblicazione della proposta di Piano e del RA;
  • Invio della proposta di Piano e del RA ai soggetti competenti in materia ambientale;
  • Raccolta di osservazioni pervenute sia dal settore pubblico interessato sia dalle autorità ambientali.

Discussione sui contenuti della proposta di Piano e sul RA e predisposizione Parere Motivato da parte dell’autorità competente per la VAS sul Documento di Piano e sul RA.

Fase 3: Adozione ed Approvazione

  • L’autorità procedente predispone la “Dichiarazione di Sintesi” nella quale viene illustrato in che modo il parere motivato e le considerazioni ambientali sono state integrate nel Piano, in che modo si è tenuto conto dei pareri espressi e dei risultati delle consultazioni;
  • Approvazione del Piano tenendo conto del parere motivato;
  • Pubblicazione del Piano adottato con il Rapporto Ambientale;
  • Invio del Documento di Sintesi Non Tecnica agli enti territoriali interessati dal Piano.

 

Fase 4: Attuazione, Gestione e Monitoraggio

  • Garantire la verifica con valutazione periodica degli effetti sull’ambiente mediante indicatori in relazione agli obiettivi prefissati (Report di Monitoraggio periodici);
  • Valutare gli effetti sull’ambiente delle azioni messe in campo dal piano, consentendo di verificare se esse sono effettivamente
    in grado di conseguire i traguardi di qualità ambientale che il Piano si è posto;
  • Permettere di individuare tempestivamente azioni e misure correttive.
  •  
  • Posta Elettronica Certificata
  • Publiaccesso
  • Italia.gov.it
Comunità Montana di Valle Sabbia | via Reverberi, 2 - 25070 Vestone (BS)
tel. 0365-8777 | fax 0365-8777200 | C.F. 87002810171 | P. I.V.A. 00726670987
Contattaci | Posta Elettronica Certificata: protocollo@pec.cmvs.it
Note Legali | Privacy | Dichiarazione di accessibilità
Accedi

Copyright © 2005 - 2021 Secoval srl Torna su